Fotografia che ritrae una macchina per scrivere meccanica, di colore nero, con tanti tasti metallici disposti su quattro file, una sopra l'altra, che perciò somigliano a seggiolini di uno spalto di un teatro o di un centro sportivo.

Patrizia Cavalli, la poesia che soffre e cura

Un documentario dà voce a Patrizia Cavalli, poetessa mancata nel 2022. Le parole sono state per lei un antidoto al nero che la vita troppo spesso ci pone davanti, o più semplicemente al male che imperterriti continuiamo a cercare: poesia che nasce spesso dalla mancanza ma che ha anche un potere curativo

La scrittura salva solo chi legge

Passiamo la vita a “ignorare la voragine”, la paura originaria. O cerchiamo modi di sublimarla. A volte, come dice Sergio Claudio Perroni, conviene “soffiare un po’ sulla vita, lasciarla raffreddare, avere un po’ di pazienza per evitare di scottarsi”