Ecco i 10 problemi che garantiscono alla coppia una lunga durata

Psicologi e psicoterapeuti di Lighea hanno stilato un sorprendente elenco delle caratteristiche delle relazioni amorose durature

Nella redazione di Fuoritestata si è aperto un vivace dibattito. Alla luce di tanti casi analizzati negli anni noi psicologi e psicoterapeuti sapremmo indicare le condizioni che garantiscono alla coppia di durare a lungo?
Siamo giunti alla conclusione che, a parte i casi felici (rari) di unioni veramente profonde e armoniose, i rapporti che hanno maggiori probabilità di resistere nel tempo sono spesso quelli i cui membri presentano qualche carattere problematico o “patologico” .
Abbiamo individuato in questo decalogo alcune tipologie.

1. La relazione sado-maso con un gioco di ruoli interscambiabili: a turno i coniugi agiscono ora la parte sadica, ora la parte di vittima. Legame veramente “di ferro”, data anche la difficoltà di sostituire il partner con un altro giocatore sufficientemente esperto.

2. La relazione basata sul modello genitore-figlio/a. Si tratta di un rapporto che implica la profonda dipendenza di uno dei partner che si affida totalmente all’altro, rassicurante come la figura parentale. Se entrambi rimangono cristallizzati nei rispettivi ruoli di eterno/a bambino/a e eterno genitore le cose funzionano. A volte, tuttavia, il figlio può evolvere, il bambino/a inizia a crescere, e allora incominciano i guai.

3. la relazione cadavere-isterica. Ovvero l’incontro tra un uomo dalla personalità abulica, letargica, senza entusiasmi, senza slanci, e una donna irrequieta, iperattiva. I due in qualche modo si completano:  l’uno vive attraverso l’altra; questa si sente contenuta e rassicurata, rispetto alla propria agitazione dispersiva, dall’immobilità del suo “totem”. Purtroppo, a volte, anche se raramente, il cadavere si rianima, riprende a vivere, e allora l’equilibrio si spezza

4. Il matrimonio come conclusione di un lungo rapporto di amicizia, in cui l’aspetto sentimentale non precede, ma segue la fase della conoscenza reciproca. Si tratta di un rapporto forse un po’ pallido quanto a passione, ma che parte da solide premesse.

5. La relazione che implica una distanza (fisica o emotiva), che alimenta il desiderio ed evita le secche della quotidianità (ben lo sapevano i teorici dell’amor cortese).

6. La relazione nella quale si inserisce una terza figura: il cosiddetto triangolo; sia nella forma più comune e banale di un/una amante che rimette in moto le dinamiche interpersonali, sia in quella più rara e sofisticata di una figura virtuale: una persona legata alla memoria, magari defunta (il primo amore, la prima moglie…), la cui presenza si fa tuttora sentire (vedasi Dona Flor e i suoi due mariti)

7. la relazione maestro/a-allievo/a. In questo caso uno dei membri (in genere l’uomo, specie se notevolmente più maturo) esercita un fascino intellettuale sul partner, da educare e raffinare, talvolta da elevare socialmente. Il discepolo idealizza il suo Pigmalione mentre ne assorbe la cultura, l’ideologia, il gusto estetico, e il Pigmalione gode dell’adorazione di cui è oggetto, mentre plasma la sua opera d’arte (vedasi My fair lady). Il giocattolo si rompe se e quando l’allievo supera l’insegnante.

8. La coppia chiamata ad affrontare un grave problema di salute o di disabilità di uno dei due coniugi o di un figlio. Tutta la vita familiare inizia a ruotare intorno al più debole: i suoi bisogni e i suoi problemi diventano il collante del rapporto di coppia. Non di rado, qualora il problema venga superato, il rapporto di coppia non migliora, anzi.

9. La relazione tra individui di lingua e cultura diverse tra i quali una comunicazione approssimativa lasci spazio alla supplenza della fantasia. Col tempo, con la consuetudine, con il miglioramento della comprensione l’incanto rischia di rompersi.

10. L’ultima relazione è quella che tutti vorremmo vivere, si realizza in pochi, fortunatissimi casi, e potremmo prenderla come modello ideale: entrambi i membri hanno la capacità di reinventare ogni giorno il proprio partner, di rinnovare la trasfigurazione dell’altro attuata nell’innamoramento.

Tags from the story
, , , ,
Lighea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *