Le nostre paure

UNA , CENTO, MILLE PAURE
Nonostante i tanti progressi in campo scientifico e tecnologico, nonostante le conquiste sociali, nonostante gli indubbi miglioramenti del tenore di vita rispetto ai secoli passati, aleggia nella nostra società una sensazione di insicurezza e si registra l’aumento di una paura generalizzata che produce disagio e aggressività. Ci sono paure universali, nel senso che sono comuni a tutti gli uomini di tutti i tempi e di tutti i luoghi: paura della malattia, della vecchiaia, della morte……paure che appartengono alla natura umana, che covano nel profondo di tutti noi e che talvolta emergono anche in forma patologica. Ci sono paure irrazionali, che possono far sorridere se guardate dall’esterno, ma che sono causa di disagio per chi le patisce. E ci sono altre paure, legate specificatamente al momento storico: e il nostro non ne è certo privo. Crisi economica, venti di guerra, esodi di proporzioni imponenti, la minaccia del terrorismo generano incertezza del futuro e popolano la psiche di fantasmi. Fuoritestata ha deciso di guardare in tutte queste paure, dedicando ad esse una serie di articoli a più voci, nell’intento di analizzarne le molteplici espressioni e di indagarne le cause, quando possibile con leggerezza, sdrammatizzando i sintomi, ma anche con grande serietà, laddove emergano problemi seri.